fbpx

Sconti Pazzi sugli abbonamenti annuali fino al 29/11/21

ClubFab Magazine n 4

Ti vediamo che vuoi partire a bomba e l’idea di lavare la stoffa prima di agire, diciamocelo, ti rompe un po’ le maracas.
Hai ragione, è noioso.


Le premesse 😎
 
1. Il consiglio “bagna il tessuto prima di trattarlo” nasce dal fatto che alcuni tessuti potrebbero subire un restringimento al lavaggio, presentando sorprese indesiderate in fase di prova.
 
2. Non tutti i tessuti hanno la stessa composizione, quindi non tutti i tessuti necessitano dello stesso trattamento. 

I tessuti che, solitamente, subiscono un restringimento, sono i tessuti derivati da fibre naturali (vegetali o animali) come il cotone, il lino e la lana. 

TRATTAMENTO DEI TESSUTI DI COTONE E DI LINO 

I tessuti con questa composizione, con ampia probabilità, potrebbero restringersi. 
Per avere la certezza di evitare pasticci: 

✏️ immergi in acqua fredda 
✏️ stendi in senso verticale (in modo da avere la cimosa sui lati, e non verso il basso) per rispettare la direzione dell’ordito
✏️ stira sul rovescio, sempre in senso verticale. Se preferisci stirare sul diritto puoi mettere un panno a protezione tra ferro e tessuto

TRATTAMENTO DEI TESSUTI SINTETICI (VISCOSA COMPRESA) 

Solitamente i tessuti sintetici, (e i tessuti misti) sono più stabili.
Per non rischiare abbiamo due soluzioni veloci:

✏️ stira la stoffa sul rovescio con abbondante vapore 
✏️ taglia una striscia di una decina di cm per tutta l’altezza del tessuto e mettila “a bagno” (potrai sempre recuperarla realizzando una fusciacca o degli scrunchies) 


TRATTAMENTO DEI TESSUTI IN LANA

Per i tessuti in lana è possibile:  

✏️ (soluzione più easy) vaporizzare il tessuto sul rovescio (con il ferro, o con uno spruzzino da giardinaggio) sempre in senso verticale per seguire l’ordito 
✏️ (soluzione della nonna) stendere il tessuto sempre “in senso verticale” e lasciarlo all’esterno per una notte, in modo che assorba l’umidità 
✏️ (soluzione della nonna n 2) avvolgere il tessuto in un panno umido, avendo cura di non “stropicciarlo” troppo 

RIASSUMENDO
✅ In linea generale subiscono restringimento i tessuti che nascono da fibre naturali

✅ Se hai dubbi (o non hai la possibilità di bagnare interamente il pannello), fai una prova con abbondante vapore del ferro da stiro, su un campione di almeno 10×20 cm (in dritto filo), lascia riposare qualche minuto e controlla. Per avere una visione più chiara del restringimento crea un campione di carta della stessa misura di quello di stoffa che hai messo a bagno, una volta asciugato il campione di stoffa sovrapponili. 

✅ Se il tessuto che stai utilizzando ha subito un restringimento significativo, misuralo e aggiungilo come margine di cucitura al progetto che stai realizzando!

🌟BONUS 🌟

Se hai messo a bagno un tessuto colorato e hai notato che stinge, per fissare il colore, aggiungi alla bacinella di acqua (rigorosamente fredda) mezzo bicchiere di aceto bianco o 3 cucchiai di sale grosso.

Speriamo che questo numero, pieno di consigli della nonna ti sia stato utile
Ci vediamo il mese prossimo! 

Con amore
Il tuo 
Team Fabrique 


Ps: non vuoi perderti il nostro magazine che esce attorno al 13 di ogni mese, iscriviti alla nostra newsletter nel box rosa qui sotto!

Vuoi far parte del Club?

Iscriviti qui e ti manderemo: ClubMag, il nostro magazine di cucito mensile e tutte le promozioni in anteprima.

Segui le nostre mirabolanti avventure sui social!

Cosa vuoi cucire oggi?

Ops! Le iscrizioni sono chiuse...

Vuoi far parte del Club? Iscriviti alla lista d’attesa per non perderti tutte le comunicazioni.